OK Coaching | Bastioni di Porta Nuova 21 - 20121 Milano | Via delle Querce 7 - 24048 Treviolo - Bergamo | +39 035 203608

Seguici su

Sfide e cambiamento: questione di Mindset

Il 4 maggio, 2017

Sfide e cambiamento: questione di Mindset

 

Da dove deriva la fiducia in se stessi, verso nuove sfide professionali, nuovi business, la capacità di creare relazioni sempre più efficaci, di crescere e sviluppare le proprie competenze? Ha provato a rispondere a questa domanda Carol Dweck, docente di Psicologia all’Università di Stanford e autrice di “Mindset: la nuova psicologia del successo“.

Il motore di questo atteggiamento sta nella credenza, più o meno consapevole, che le radici del successo siano innate o che, al contrario, le competenze si possano costruire con l’impegno e la dedizione. Dipende dal Mindset, che possiamo tradurre “forma mentis”.
Se sei convinto che “si nasce” uomini o donne di successo, tenderai a muoverti con la zavorra di quello che Dweck definisce “fixed mindset”, a cui si contrappone l’approccio aperto e fiducioso di chi invece crede fermamente nella possibilità di crescere e svilupparsi.

Il fatalista è, per definizione, remissivo ma può essere allenato ad uscire dal suo Mindset limitante. Tutto sta nel liberarlo dal labirinto in cui si trova. Ne uscirà nel momento in cui la sconfitta non sarà più vissuta come il frutto fallimentare riservato al figlio di un dio minore ma come un punto di ripartenza. Il terreno da esplorare è quello dell’autostima e, soprattutto, dell’autoefficacia. Un percorso in cui dimostrare a se stessi che è possibile crescere, migliorarsi e progredire.

Lo sviluppo, personale e professionale, è davvero strettamente legato al tuo Mindset, alla tua forma mentis. Puoi o non puoi? La buona notizia è che, comunque la pensi, sì, puoi.

  • Da Gabriele Sola  0 Commenti   
  • coaching, mindset

    0 Commenti

    Inserisci un Commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *